Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
22 gennaio 2017 7 22 /01 /gennaio /2017 23:54
Noi e la moda

Siamo noi a seguire la moda o viceversa e la moda che segue noi?

Sono scuole di pensiero diverso, ma unite in un’unica passione, quella di far gioire chi veste.

C’è la moda creativa, che veste e inventa una linea attuale per com’è il corpo di una creatura oggi, facendola risaltare sempre bella con stile moderno.

Nel mezzo c’è sempre il classico, è uno stile che comprende ogni situazione da figurare e copre con stile e sobrietà.

Dopo c’è la moda passata, quella già indossata negli anni 20/30 con un certo savoir faire, legata al tempo, alle passioni, alla storia architettonica di linee su un corpo perfetto.

Belle, semplici, attuali, sbizzarrirsi e sognare: il fascino della moda è tutto questo.

Ora stiamo abbracciando lo stile anni ‘60, io aggiungerei pure anni ‘40 e ‘50, quando uno si arrangiava come poteva e tutto faceva moda.

Oggi siamo arrivati a questo intento, apprezzare e coordinare la bellezza nella semplicità di un tempo che fu e che è presente oggi e nei tempi avvenire.

Anna Rinaldi, domenica 22 gennaio 2017.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
1 gennaio 2017 7 01 /01 /gennaio /2017 18:06
Buon Anno 2017 con arte e moda
Buon Anno 2017 con arte e moda
Buon Anno 2017 con arte e moda

Arte e mescolanza dei ruoli, gioia da trasmettere, sguardi nei pensieri di chi sa apprezzare il meglio, nell’aria dal sapore della semplicità, a tutti un Buon Anno nuovo 2017 con questo bel video di backstage moda di Anna Rinaldi.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
26 dicembre 2016 1 26 /12 /dicembre /2016 01:06
Buon Natale 2016

Auguri da Anna Rinaldi, Buon Natale a tutti, è nato il bambino Gesù e l’amore è fra noi.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
29 novembre 2016 2 29 /11 /novembre /2016 23:39
Il filo conduttore: la vita e la scienza

La scienza su materia vivente in primis, dopo c’è lo scritto e lo studio, prima viene il ricercatore e ancor prima ci sono le sensazioni, che guidano a capire cosa ci sia nel sistema della vita, si! Siamo più avanti con le tecniche, ma la scienza e le situazioni esistono da quando si è creato il Mondo, sulle palafitte sono avvenuti i primi studi, dovevano pur iniziare da qualche parte.

Perché, la sensazione non fa parte della scienza? La mia sensazione mi fa credere che sia proprio così, che ne faccia proprio parte.

Il filo conduttore in tutto ciò che ci circonda: vita e scienza.

La logica e la scienza è la connessione di quando, come e perchè, non si muove foglia che Dio non voglia.

Sei un pozzo di scienza: applicala bene, in ogni cosa puoi apportare ciò che vuoi apportare alla scienza, ai propri fini di ciò che vuoi intraprendere, con esemplare fiuto per la tua posizione e nella crescita di ciò che è il tuo progetto.

Le noste sensazioni sono le basi nel nostro cammino di vita e questo a volte può essere forte per alcuni e meno forte per altri, che sorvolano certe connessioni che apporta la vita, la coscienza e la scienza.

La foto di questa vite con la sua uva è della varietà Moscato d’Adda, questa pianta è nata e cresciuta nel vaso nel nostro balcone, che prende tanto sole.

Ora ci regaliamo due righe in rima.

La scienza è un pozzo di novità: e i parametri?

Quelli bisogna studiarli a tavolino.

Tiri l’acqua al tuo mulino?

Deve pur girare, non ti pare?

L’acqua è vicina, bisogna pure usufruirne,

di certi possibili vantaggi della natura,

ecco quando si dice siamo proprio fortunati

e buona fortuna a tutti.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
26 ottobre 2016 3 26 /10 /ottobre /2016 00:38
La capra che faceva la sua passeggiata dopo pranzo

La capra che abbiamo incontata,

dolce elegante e disinvolta,

mangiava quà e là,

facendosi pure accarezzà... re

era una bellissima giornata, piena di Sole, tutti i bambini la chiamavano, Rosalba, Rosalba, il suo nome si riferisce alla sua nascita, che è avvenuta alle prime luci dell'alba.

Quando io l'ho accarezzata , ... la capretta col suo bééé mi ha sussurrato "ti ho portato la lana per i tuoi lavori artistici" e io "grazie, grazie, ti farò una sciarpa rossa e bella, che si addice al tuo mantello bello, come quello del nostro cane palummiello".

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
29 agosto 2016 1 29 /08 /agosto /2016 22:13
Varese d'agosto

Passeggiando per il centro tanti fiorellini gialli qua e là nelle vie pedonali della città.

In realtà erano sacchi della plastica messi in esposizione anticipatamente, davanti ai portoni di case e negozi, ciò è dovuto alla partenza della gente per la villeggiatura.

In tutta franchezza, la caratteristica del periodo male non stava, visto che tutti siamo a conoscenza di queste situazioni nelle cucine, la plastica, rifiuti organici, vetro, spazzatura e olio di frittura, tutto ciò occupa spazio, mi chiedo e vi chiedo, perché non ritirano tutti questi rifiuti ogni settimana e non ogni 15 giorni?

Così si potrebbero contare anche più lavoratori.

Varese è una città adornata da veri fiori: gialli, celesti e rosa, violette del pensiero, gelsomini e profumi inebrianti, diamo anche in agosto questa bellezza.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
23 agosto 2016 2 23 /08 /agosto /2016 14:55
Scherzoso contest: l'ago ritrovato

Uno scherzoso contest tra madre e figlio, “alla ricerca dell’ago”, con ago ritrovato, nel video.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
15 agosto 2016 1 15 /08 /agosto /2016 23:57
Torta di Ferragosto
Torta di Ferragosto

Buon Ferragosto, oggi è la Santissima Madonna Assunta e tutti ci sentiamo più buoni.

Speriamo di meritarci questa gioia,

nel mio piccolo, regalo a tutti la ricetta di questa torta, gustatela,  è sostanziosa e saporita, dentro c’è il grano della pastiera, i ribes, un frutto rosso che nasce pure nel nostro orto, ma si può mettere qualsiasi frutto, se è grande lo si taglia a dadini.

Le dosi sono queste:

Grano nel barattolo di vetro da 500g

Ribes 200g:

Farina 00 di grano tenero 300 grammi

Farina di grano duro 200 grammi

Una bustina per dolci di lievito istantaneo per mezzo kg di farina

Zucchero 200 g.

5 uova intere

Strutto50g

Latte un bel bicchiere pieno

Una bella e grossa arancia spremuta

Il procedimento è questo:

mescolare due o tre cucchiai di zucchero col grano e i ribes, anche questi mescolati con un po’ di zucchero, quindi metterli insieme e mescolare ancora bene il tutto in una pirofila bella grande, cosi ci mettete anche le due farine, prima una e poi l’altra  mescolandole.

Dopodiché sulle farine metteteci dello zucchero e la bustina di lievito naturale, spargendola qua e là, quindi mescolate ancora e poi affondate il tutto con i due primi ingredienti e mescolare ancora.

Dopo aggiungete 50g di strutto e un po’ di zucchero, schiacciato con lo strutto, unendolo un po’ qua e là al composto, quindi aggiungete 5 uova intere e il resto dello zucchero, sbattete e mescolate il tutto.

In ultimo aggiungete un bel bicchiere di latte, mescolate e mentre lo fate, metteteci anche una bella spremuta d’arancia.

Pensate il tutto in un solo recipiente,

solo un piattino in più e una forchetta.

Dopo aver imburrato il tegame spolveratelo con la farina, metteteci dentro l’impasto col cucchiaio, cosi potete girare il tutto man mano, appoggiandolo qua e là, fino ad arrivare a tre quarti della teglia.

Forno già caldo a 180°C per 30 minuti dopo per 10 minuti ancora a 160°C; forno statico col tegame sulla griglia, un poco più in basso nei primi 30 minuti, gli altri 10 minuti portatelo nella metà del forno.

                                                    Felice torta a tutti

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
10 agosto 2016 3 10 /08 /agosto /2016 18:13
Fiocchi più leggeri e fetta per 3 porzioni

Nota Bene: parliamo della prima colazione.

La presentazione è per la foto, ma la fetta di pane, al precedente articolo, può essere per 2 o anche per 3 persone, stiamo nei parametri, comportamentali in una colazione esile.

Mangiare piano, mangiare sano, mangiare bene, sapersi gestire nel saziarsi, ma non abbuffarsi, gustare ma non avvalersi solo del palato: quando una cosa è buona, non si direbbe mai basta, quindi faremo delle porzioni giuste visualmente al vostro parere, il cibo in più lo mettiamo già via, così non ci sono tentazioni di volerne ancora un po’, perché è proprio questo ciò che ci fa ingrassare e qui il nostro cervello deve agire sapendosi regolare sulla misura, così, stentatamente, lo stomaco impara ad ascoltare e quindi si abitua e riconosce la giusta misura alimentare e all’impulso dice al cervello che da ora in poi va bene così, siamo tutti d’accordo.

Buona colazione, precedente al link http://anna-rinaldi.over-blog.it/2016/07/gustosa-festosa-e-conveniente-prima-colazione.html .

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
16 luglio 2016 6 16 /07 /luglio /2016 17:28
Gustosa, festosa e conveniente prima colazione

Alle prime armi, ci si può muovere in questo modo per fare una buona colazione, spalmare su di una fetta di pane del burro, la cui confezione va aperta tutta, buttando via i suoi eventuali anelli in metallo che si trovano ai lati, spalmandolo sul pane quando è ancora fresco del frigo e sfiorandolo con una posata, potendo prendere il burro a fiocchi, appoggiarlo volante sulla fetta sottile di pane ed è festoso vederlo e gustoso a mangiarlo; per i grandi va bene semplice, per i ragazzi si può spolverare un filino di sale, oppure un filo di zucchero o semplicemente burro e marmellata e una bella bevuta di latte, o latte e orzo o succo di frutta e per gli adulti, caffè o latte e caffè, poi una mela o arancia, dopo o per più tardi.

Et voilà, bon appetit

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Anna Rinaldi
  • Blog di Anna Rinaldi
  • : Poesie, scritti autobiografici, consigli vari, monologhi, prosa, saggi, canzoni e riflessioni; il suo mondo ottimista porta alla luce ricordi lontani, sogni e speranze, con lo sguardo proiettato sull'intero Universo che la circonda.
  • Contatti

Cerca Nel Sito