Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
14 febbraio 2014 5 14 /02 /febbraio /2014 23:44

Amore-dal-cielo.jpg

L’amore grande è quello in cui sai dare agli altri senza invadere la libertà altrui e scoprire di essere felice per quanto bene hai fatto al Mondo intero e a te stesso.

Il vero amore è incondizionato e di giusta misura, senza invasione alcuna.

 

Scritta nel giorno di San Valentino  per l’amore Universale, 14 febbraio 2014, a voi tutti, Anna Rinaldi.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
4 febbraio 2014 2 04 /02 /febbraio /2014 21:35

Struffoli-napoletani.jpg

Ricetta tradizionale o ricetta segreta? Ebbene vi do tutte due le ricette: farina, uova, zucchero, miele, cedro candito, ciliegie candite, uva sultanina se volete, confettini arcobaleno e codette e anche confetti bianchi e argento  se è Natale o Capodanno.

Versione tradizionale: mettete 400 grammi di farina sul tagliere più 150 grammi di zucchero e mescolate bene, in un piatto fondo mettete 2 uova intere e 2  tuorli e dentro 6 cucchiaini di zucchero e sbattete bene con la forchetta anche un pizzico di sale cioè un quarto del cucchiaino,una spremuta di 2 mandarini una presa di liquore e olio mezza tazzina e mescolate tutto.

Ora prendete i 50 grammi di burro che precedentemente avrete schiacciato con la forchetta in un piattino insieme a 1 o 2 cucchiai di farina zuccherata che si trova sul tagliere e mescolatelo bene alle uova; precedentemente fate sciogliere un quarto del cubetto di lievito birra in una mezza tazzina di acqua essendo sciolta mettete un cucchiaio di solo farina mescolate e mettetelo nel mezzo della farina che si trova sul tagliere aggiungete mezza tazzina di latte e mescolate con quel poco di impasto di lievito che è nel mezzo dopo di ciò aggiungerete anche tutto il composto delle uova sbattute che è nella zuppiera, con la mano schiacciate e mescolate sempre nel mezzo mentre girate questo assorbe la farina e l’impasto è fatto, impastatelo ancora un po’, dategli una forma rotonda e lunga  spolverate con un po’ di farina  coprite con un panno e lasciatelo riposare per mezzora dopo questo tempo tagliate una fetta per volta larga un centimetro abbassatela sul tagliere spolveratela e tagliatela in due o tre strisce poi li arrotolate e li tagliate piccoli piccoli e man mano che li fate, spolverateli con la farina, muoveteli per togliere quella in più, metteteli nel piatto e da li nell’olio d’oliva caldo che è nella padella, li fate friggere e appena vengono in superficie girateli un attimo ancora e come imbiondiscono prendeteli con la cola pesce, fate colare per un istante l’olio, appoggiateli in un piatto grande senza la carta assorbente, perché quando si frigge con l’olio d’oliva e a temperatura giusta  non vi è alcun cospicuo assorbimento, quindi con la cola pesce prendete subito gli altri a massimo possiamo farli diventare biondi dorato ma non di più, quindi friggete una giusta quantità per volta, per dare anche più spazio agli struffoli quando friggono di muoversi e crescere; anche quando sono crudi non bisogna esagerare a tagliarne tanti, se no si attaccano quindi deve essere tutto moderato.

Ora  che finalmente avete fritto tutti gli struffoli, prendete una pentola larga e alta, metteteci dentro 250 grammi di miele mille fiori, mezzo cucchiaio di zucchero e una spremuta di due mandarini: che fanno parte di una mia ricerca che propongo per la delizia della gastronomia: invenzione che fa parte della mia ricetta segreta, che vi darò.

 

Accendete il fuoco e fate riscaldare questi tre ingredienti, amalgamate col cucchiaio di legno e metteteci dentro tutti gli struffoli che avete già fritti girate mettete il cedro e spegnete, poi i confettini arcobaleno girate tutti gli struffoli ancora nella pentola e ancora caldi sul piatto di portata  e guarnite ancora  con  confetti canditi e ciliegie, buona degustazione.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
14 gennaio 2014 2 14 /01 /gennaio /2014 14:22

 

Veder crescere una piantina di fragole, ribes; ortaggi: piselli, fagiolini, taccole, broccoli, friarielli napoletani, peperoni, melanzane e insalate ricce – lisce, verdi – rosse – variopinte, pomodori sanmarzano – cuore di bue – ciliegini: tutto ciò ha più sapore e la gioia che trasmette è l’amore che ci metti._________________Se semini il grano, grano è______________________

 

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
1 gennaio 2014 3 01 /01 /gennaio /2014 23:13

Capodanno-2014.jpg

A Capodanno Auguri e Buon anno 2014 a tutti; in anteprima vi posterò la ricetta dei tanto desiderati struffoli.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
25 dicembre 2013 3 25 /12 /dicembre /2013 23:53

Presepio-Piccolo.jpg

La piccola grotta di Betlemme, Buon Natale a tutti.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
31 ottobre 2013 4 31 /10 /ottobre /2013 23:02

Rose-bianco-fume.jpg

Silenzio, pausa: ammiriamo con animo gentile ciò che in questo momento sorprende il nostro sguardo, il nostro pensiero, il nostro essere, che dire, esterniamo tutta la gioia che è dentro di noi quando vediamo un fiore, un colore, un arcobaleno e in pieno inverno con la neve sbocciare delle rose color bianco fumè e sul venir della primavera svegliarsi al canto dell'usignuolo e ai primi raggi di sole correre sul prato in fiore.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
7 settembre 2013 6 07 /09 /settembre /2013 23:54

Lodato-il-Cielo.jpg

Avvenimenti straordinari, stratosferici, giornate dure, forte caldo, aria gelida, forte vento, temporali, grandine, caldo, freddo, freddo, caldo e che facciamo, stiamo in casa? Ti devi muovere, se no il caldo ti abbatte; e se fa freddo ti devi muovere, se no il gelo si fa sentire, quindi muoviamoci a pulire, pulire la casa, pulire, pulire, pulire, la casa ha bisogno, la casa ha sempre bisogno, non dice mai basta, come in questo momento, dovevo scrivere un avvenimento, ho visto che avevo appena pulito il tavolo, ma c'era bisogno di pulirlo di nuovo, quindi ho cambiato argomento perché poi la penna è caduta sotto al tavolo, lo stendipanni in mezzo, anche l'asse per stirare, mi sono detta "giornata dura", quindi non ho raccontato l'avvenimento che è questo: ho appoggiato per terra, sul balcone, un vassoio di plastica nel quale c'era dell'acqua e germogli di patate; dopo l'ho alzato da terra e con l'acqua che aveva inumidito il vassoio all'esterno, sul pavimento si leggeva la scritta MIRR e sottostante UY, a questo stupore chiamai Gennaro che era appena rientrato dal lavoro, che dopo aver mangiato era preso con i suoi scritti e doveva tornare di nuovo al lavoro, quindi pensai di non dargli ulteriori impegni, così lasciai stare, perchè avrei desiderato fargli vedere e far fare una foto a tutto ciò.

Ma ecco ancora una goccia d'acqua alla destra della lettera uy si allargò spaziandosi come un asterisco, si riempì somigliando all'immagine dell'azzurro del cielo della foto che ho posto sopra, mentre alla sinistra di questa UY si stavano formando dei numeri com il 2 e altri, ma a questo punto con lo stesso vassoio iniziai a cancellare perchè ciò stava diventando troppo grande per me e pensavo le lettere di carattere Romano e il suo significato.

Dopo due giorni mio figlio Gennaro andò fuori a girare un cortometraggio da mettere su internet e ciò è stato fatto e quando lo abbiamo guardato siamo rimasti sbalorditi, da una nuvola uscivano delle lettere, la scritta è MIR, che vuol dire pace; la mia scritta dall'acqua: MIRR con due R vuol dire Fede; ciò è avvenuto nei giorni precedenti all'incontro a Roma col Papa per la giornata della Pace Nel Mondo, nel momento in cui habbiamo guardato il film di Gennaro, gli ho detto che anche a me si è presentata la stessa visione, con in più le lettere UY che vogliono dire socializzare e il numero 2 a dire in due avete avuto questa visiona di Pace e Fede per tutto il Mondo e asterisco per dire confermo e confido nell'evento del Papa.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
4 settembre 2013 3 04 /09 /settembre /2013 23:06

Andiamo a spasso nel parco di Lugano, a visitare la mostra dei fiori specifici e profumi naturali.

Sublime giornata insieme alla famiglia.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
28 agosto 2013 3 28 /08 /agosto /2013 19:07

Schiacciata-patate-cipolle.jpg

Questa è la ricetta della schiacciata:
prendete 2 cipolle, sbucciatele e tagliatele a pezzi grossi, ponendoli in una pentola, sbucciate 5 patate e tagliandole a pezzi grossi, mettetele sulle cipolle nella pentola, dopo di che copritele con abbondante acqua alta 3 dita in più del prodotto e fatele cuocere, a cottura ultimata aggiungete un po' di sale quanto basta e un filo d'olio, da qui fatene 5 porzioni col mestolo; nei primi due piatti ci mettete più patate cosi ci metterete sopra due gocce di limone e mangiate accompagnando con un pò di pane, questo all'ora di cena.

A mezzogiorno del giorno dopo in una padella fate inbiondire una cipolla, prima la fate appassire, cioè fatela asciugare nella padella sul fuoco, dopo di che aggiungete un filo d'olio d'oliva, poi girate col cucchiaio asciutto la cipolla e appena diventa bionda aggiungete una scatola di piselli e foglioline di prezzemolo, girate col cucchiaio di legno e fate cuocere un po', aggiungete poi due porzioni della zuppa di patate e cipolle una piccola spolverata di peperoncino girate tutto e se avete delle fettine di carpaccio le appogiate su, mettete un coperchio e fate cuocere ancora un attimo poi spegnete e servite in tavola, buon pranzo.

Ora veniamo alla quinta porzione della zuppa di patate e cipolle, con questa  facciamo una buonissima schiacciata al forno, quindi aggiungiamo a questa zuppa 3 pugni di pane grattugiato, mezzo bicchiere di latte, una manciata di formaggio grattugiato e un pizzico di pepe, due cucchiai di olio d'oliva, mescolate e schiacciate bene tutto, mescolate ancora e mettetelo nel tegame già unto d'olio e spolverato di pane grattugiato, e schiacciandolo con la mano come una focaccia, mettete ancora un filo d'olio e stendetelo su tutta la superficie, poi schiacciate con le dita l'impasto intorno, spostandolo dal tegame, viene tutto ondulato; ancora con i polpastrelli delle dita fate dei solchi su tutta la schiacciata e spolverate tutto con un pizzico di sale grosso, quindi coprite tutto con una bella completa spolverata di pane grattugiato e infornatela in forno statico a 200°C e dopo qualche minuto abbassate la temperatura a 160° e fate cuocere per 30 minuti; bella é? Profumata e dorata, va proprio gustata.

Creare in cucina è gioia sopraffina.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
1 agosto 2013 4 01 /08 /agosto /2013 18:41

Schiacciata-dell-estate.jpg

Basta avere la salute e tutto si può fare. Questo è un mio pensiero, si può vivere anche con poco: basta saperlo amministrare e gestirlo bene, iniziando da una educazione morale principalmente in se stessi e dopo si che si può ottimizzare in una dimensione pubblica sociale: parole scritte in un certo momento  con un certo criterio, ora è passato del tempo, senz'altro avrei continuato a parlare di come poter riuscire a superare almeno in parte la crisi economica, esempio semplice: mangiare bene  senza abbuffarsi e senza buttare via nulla, perchè hai cucinato bene e hai speso poco, sapendo comprare bene sciegliendo le cose giuste, a parte che oggi carne, pesce , verdura e frutta costa meno di ieri è lo spreco che fa male è l'esagerazione che non va in cucina, ci vuole piu creatività  et voilà, tutto cambierà e il gioco di sopravvivenza é fatto, questa è la saporita: la schiacciata dell'estate.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Anna Rinaldi
  • Blog di Anna Rinaldi
  • : Poesie, scritti autobiografici, consigli vari, monologhi, prosa, saggi, canzoni e riflessioni; il suo mondo ottimista porta alla luce ricordi lontani, sogni e speranze, con lo sguardo proiettato sull'intero Universo che la circonda.
  • Contatti

Cerca Nel Sito