Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
2 settembre 2012 7 02 /09 /settembre /2012 12:27

Matteo-Montesi.jpg

In qualsiasi momento che avevi desiderio di ascoltare qualcosa di puro, di bello e di naturale da sentire e vedere nell’amore di Gesù, dov’è la lode a Gesù?

Per tanti guardare i video in un momento di riposo, nell’ascoltare il Rosario e vedere le bellezze e la purezza di un fiore e lodare Gesù, averci donato ciò con quella gioia pura che lui sente, trasmette agli altri l’immaginazione di sentire quel profumo, la voglia e la gioia di sentire e toccare con mano le bellezze che Dio ci ha donato, è questa la vera ricchezza, certo, in ognuno ci può essere qualche cosa che non va, come quando si rompe qualche bottiglia vecchia o si trova un water closet oppure si ha il raffreddore e ci occorre il fazzoletto, anche se sono cose naturali si può passare avanti ascoltando e vedendo il resto, siamo persone che possiamo decidere sempre con la grazia del Signore, è come un Apostolo che loda Gesù, la sua lode ti insegna come farti amare anche le più piccole cose che si trovano sotto ai nostri occhi, di cui spesso non ci si accorge quanto amore può donare a te e a chi è ammirato e questo è amore semplice, spirituale e divino: lode a Gesù.

In questa semplicità, vorrei donare queste mie poesie con umiltà:

 

“Amore e natural bellezza”: http://anna-rinaldi.over-blog.it/article-amore-e-natural-bellezza-44747581.html ;

 

“Il punto più alto”: http://anna-rinaldi.over-blog.it/article-il-punto-piu-alto-39804822.html ;

 

“Mani dolcissime mani”: http://anna-rinaldi.over-blog.it/article-dolcissime-mani-47418813.html .

 

Grazie per quando a sera, dopo tanto darsi da fare, desiderando un attimo di distensione, visualizzavo i canali video ascoltando il Rosario.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
30 agosto 2012 4 30 /08 /agosto /2012 00:50

Ok, okey, okkey.

Anche in un punto piccolo del Mondo c’è la storia e l’evento suggerisce di decantarla.

Come si vede nel video, dopo percorso il viale, ci siamo soffermati nello spazio davanti alla chiesa dei Santi Ippolito e Cassiano, col rosone e la porta di legno con chiodi a vista e sopra la scritta “Regina dei cieli e Signora degli Angeli”; sulla parete esterna a sinistra dell’entrata della chiesa c’è l’immagine di San Cristoforo corrosa dal tempo e sulla destra la cassetta per l’introduzione delle elemosine, sotto una finestra ovale che mostra i Santi decori interni.

Poco sotto il terrazzamento della Santa Fabbrica, fanno sfoggio delle capre della razza scamosciata delle Alpi che brucano, mentre, tornando alla chiesa, sul fianco troviamo un affresco con Sant’Antonio Abate e la Madonna in Trono con Babino Gesù con le quattro torri di Costantinopoli; il vestitino di Gesù reca il trifoglio di San Patrizio, simbolo della Croce.

Si continua la visita osservando la chiesa nel suo insieme con annesso il campanile, infine potendo osservare dei bellissimi e profumatissimi fiori di ortensia e due palme.

La chiesa è situata sull’antica strada per il Sacro Monte di Varese tra le frazioni Avigno e Velate; dal 1574, per volere di San Carlo Borromeo, nella chiesa vi risedeva la Confraternita del Santissimo Sacramento, la cui Regola canonica prevedeva abiti color rosso porpora che fanno pensare alla Passione di Nostro Signore Gesù e un ritrovamento sulla parete che guarda a nord, la parete opposta a quella della Vergine e Sant’Antonio Abate, di archetti binati su lesene, può far risalire la chiesa all’epoca romanica, così come il campanile, che è di fattura romanica, lievemente storto a causa di un passato cedimento del terreno.

E’ stata davvero una passeggiata lieta e distensiva nell’allegra compagnia della famiglia.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
8 agosto 2012 3 08 /08 /agosto /2012 10:40

Scogliera-sul-mare.JPG

Gli scogli, nelle acque coralline, traspirano la naturalezza del bello.

Una scogliera sul mare, panoramica vista che affascina: in vacanza o a casa, godiamoci questo panorama, nella natura con alberi in fiore, si sente nell’aria la freschezza che trasuda il mare, riflessi del sole, traspare e brilla sulle onde cristalline.

Si infrangono le onde tra gli scogli e il suono soave di esse ti parla.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
20 giugno 2012 3 20 /06 /giugno /2012 20:05

Confido in te

oh mio Signore,

io voglio dare

gioia e amore.

Confido in te

oh mio Buon Dio,

io voglio dare

a tutti l’allegria.

Noi siamo le...

tue creature.

Confidiamo in Te, Signore:

guidaci...

guidaci tu,

guidaci tu

in ogni passo

che noi facciamo.

Nell’amore

e nella gioia

noi ti lodiamo,

guidaci tu

oh Mio Signore,

guidaci tu,

guidaci tu

oh mio Signore.

 

Scritta da Anna Rinaldi per il 70° anniversario di Sacerdozio del Parroco e Monsignore Nappa Salvatore, Auguri Padre.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
13 giugno 2012 3 13 /06 /giugno /2012 00:07

Uno sguardo al cielo oltre il pensiero

 

Poeti: saper osservare il cielo,

leggere fra le nuvole

mentre queste si muovono di continuo;

frammenti di esse

formano un altro leggere e vedere,

tu non lo puoi fermare

ma solo ammirare

e cogliere con le tue pupille

i piccoli frammenti e i suoi movimenti

mentre lo sguardo del pensiero ricava il Mondo intero

e lo sguardo del tuo pensare

il Mondo sa apprezzare.

 

Tutte le bellezze del Mondo che Dio ha creato sono vicino a ognuno di noi.

31 Maggio 2012: da tutti noi, con lo sguardo pieno d’amore, facciamo Tanti Auguri al Parroco Monsignore Nappa Salvatore di Marianella, Napoli.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
6 giugno 2012 3 06 /06 /giugno /2012 11:45

Chiesa-Marianella.jpg

La chiesa di San Giovanni Battista a Marianella, Napoli, la cui facciata è stata rinnovata, aveva un portone in legno inchiodato a vista, ha uno scalino e un marciapiede e la congrega ha cinque scalini; a lato del campanile, c’è un grande giardino, dopo la Messa e Catechesi si usciva dal fianco della chiesa scendendo cinque scalini e si era nel giardino, dove il parroco ci faceva giocare al gioco del fazzoletto, girotondo e pallamano e una volta a settimana si proiettavano film ecclesiastici.

Nella piazza davanti alla chiesa nel pomeriggio dopo aver fatto i compiti di scuola assegnati a casa, tutti ci incontravamo li a giocare fino all’ora di cena e a volte anche dopo, quando eravamo più grandicelli e dopo i giochi ci radunavamo sugli scalini della chiesa e qualcuno ci raccontava qualche storia, poi tutti a casa, questa era la piazza della chiesa, che oggi ha preso il nome di Piazza Sant’Alfonso De’ Liguori perché nel giardino a fianco alla chiesa alla nostra destra ha vissuto Sant’Alfonso Maria De’ Liguori e in quel giardino ci sono alberi di frutta e di rose, dove eravamo circondati da tutte le bellezze di un luogo Sacro.

 

Il 31 maggio 2012 in questa chiesa di San Giovanni Battista a Marianella, Napoli, visibile nella foto posta sopra, si è celebrato il 70° anno di Sacerdozio del Parroco Monsignore Nappa Salvatore: Auguri Padre, Buona continuazione.

Sono molto onorata e felice di poterle dedicare due mie poesie e un canto, di cui posto una adesso e le altre nei prossimi articoli.

 

Poesia di vita

 

Padre, la poesia?

La sua vita è poesia,

dando gioia e amore a Dio,

regalando a noi la saggezza

dell’amore verso gli altri,

la luce del nuovo giorno è amore,

l’aria che respiriamo è amore,

Dio sa se rispettiamo ciò che ci ha donato.

Dalla sua Ordinazione Sacerdotale

ha regalato a tutti e ai bambini

la virtù di correre,

quelle corse in cui la si vedeva

quasi come se volasse,

con tutta la grinta

della sua età giovanile e gioviale

che sapeva regalare.

Padre,

vedo che ancora adesso i vent’anni

sono ben radicati nella sua gioia di vita,

questo è Monsignore Nappa Salvatore,

Auguri Padre per i 70 anni di Sacerdozio

da Anna Rinaldi.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
27 maggio 2012 7 27 /05 /maggio /2012 17:21

La frutta: non è solo un dato di voce collettivo, ma è anche un dato di fatto, è per il piacere del palato e per le papille gustative e mettiamocela tutta, perché no, anche l’occhio vuole la sua parte:

se un frutto è bello nel vero senso della parola e sai anche che è stato curato senza aggiunte di prodotti chimici, sai bene che è tutta salute, quindi non facciamoci mancare la frutta a ogni pasto, la frutta è in un equilibrio disciplinare per un’alimentazione sana e completa.

E’ questa è la sinfonia dei bambini, quando saltellano con la corda: mele, arance, limoni; fragole e ciliege; nespole, prugne; pesche e albicocche; melograno e ananas, cachi e banane, uva e mandarini: saltello ogni dì;

salta, salta, salta,

salta tu, che salto anch’io

e mangio futta ringraziando Dio.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
13 maggio 2012 7 13 /05 /maggio /2012 13:51

Rosone-fiorito.jpg

In tutto il Mondo a pronunciare mamma già si capisce di quale profondo amore stiamo parlando; la mamma: il fiore che dona l’amore.

E noi figli la amiamo con lo stesso amore, Auguri mamma.

Nella foto: la mia creazione artistica “Rosone fiorito”, che dono a mia mamma e a tutte le mamme.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
22 aprile 2012 7 22 /04 /aprile /2012 13:13

Nettare della Terra

Oggi

sul dorso della Terra di Viale Valganna,

tempo un po’ mite,

gli uccelli cantano la primavera,

il Sole bacia la Terra

e tutto splende.

Amare la Terra come noi stessi, amiamo il Signore

perché Lui è il Creatore.

 

Scritto da Anna Rinaldi nella domenica mattina del 22 aprile 2012 per il Giorno della Terra (Earth Day).

Il quadro sopra esposto dal titolo “Nettare della Terra” è stato dipinto da Anna Rinaldi; relativo all’argomento c’è anche questo link: “Earth Day: padre madre figli” http://anna-rinaldi.over-blog.it/article-earth-day-padre-madre-figli-49096432.html .

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
4 aprile 2012 3 04 /04 /aprile /2012 00:13

frittelle-gustose.jpg

Può succedere che nel frigo ci sia rimasta solo un’insalata ed è finito ache l’olio per condirla, lì si aguzza l’ingegno dei poveri e la fantasia si dilaga in cucina nel squadrare: cosa devo–cosa posso-cosa ho; il pensiero si concentra e tutto diventa possibile per poter mangiare un’insalata codita e anche col pane che era finito, insomma, mancava il necessario, ed ecco che  l’ingegno viene fuori: c’è l’olio! E’ di due precedenti fritture e anche essendo olio di oliva, non va bene per condire l’insalata, quindi farò le frittelle: prendete una padella bella sciacquata con l’acqua fresca e asciugata sul fuoco, dopo metteteci  l’olio che fate  passare col colino, così si raffina e il gioco è fatto.

Prepariamo le frittelle: sciacquate l’insalata, tagliatela sottile e mettetela in una pentola di acciaio inox con due dita di acqua, appena bolle giratela, aggiungete una noce di burro girando ancora, mescolate bene, spegnete il fuoco e anggiungete 250 grammi di farina e la punta di un cucchiaino di sale, mescolate in superfice la farina con il sale e poi insieme alla verdura ancora bollente, il tutto nella stessa e quando è diventato un bell’impasto spolverateci su ancora un pugno di farina e nel mezzo in superfice di questo metteteci 3 uova intere, mescolando velocemente e omogeneamente: nella padella friggiamo le frittele con olio caldo; aiutandoci con due cucchiai, di cui uno di legno, immergiamo 5 o più frittelle nell’olio girandole due volte, togliendole una per una dall’olio a fine cottura con due forchette asciutte, facendo colare bene l’olio; buon appetito.

Le frittelle dei poveri, altri se le sognano, a meno che i ricchi non decidano di parteciparvi con salumi e latticini e qui diventa un pranzo etico per tutti i gusti, sapori e allegria condivisa; quando si svuota il frigo per pulirlo, un'azione che la fa anche il povero, per un attimo bisogna pensare che i poveri non possono riempirlo, quindi il nostro pensiero deve andare anche a loro.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Anna Rinaldi
  • Blog di Anna Rinaldi
  • : Poesie, scritti autobiografici, consigli vari, monologhi, prosa, saggi, canzoni e riflessioni; il suo mondo ottimista porta alla luce ricordi lontani, sogni e speranze, con lo sguardo proiettato sull'intero Universo che la circonda.
  • Contatti

Cerca Nel Sito