Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
6 agosto 2011 6 06 /08 /agosto /2011 23:16

Ondeggiandosi sulla superficie del mare

il brillio.

Il Sole brilla col suo luccichio,

arte naturale dell'Universo.

Maestoso, forte e delicato

si specchia negli occhi di chi lo contempla

come gocce d'acqua di stelle.

 

Scritta oggi Sabato 6 agosto 2011, Santissimo Salvatore

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
4 agosto 2011 4 04 /08 /agosto /2011 01:49

La soluzione sta nel mezzo …

La combinazione di un progetto può essere nel mezzo, ma può estendersi anche nello spazio di tante probabilità, quindi la soluzione non sta nel mezzo, può trovarsi anche nelle traiettorie delle vie secondarie, con una buona verifica  strategica e valutazione del pensiero di ogni individuo e non di tutta la massa e la media, ma di ogni singola persona, ogni singolo nucleo familiare, classe e etica; qui si che ti puoi permettere Napoli per galleria, scusate la battuta.

E parlando della moda, c’è un filone da seguire con tanti passaggi, quello delle novità da esporre in tal periodo, che viene dato dalle agenzie di informazione del campo con 6 mesi d’anticipo e a loro volta le agenzie di moda si sono mosse ancora prima per formare il filone creativo di nuovi modelli, collegandosi con stilisti e modellisti nella scelta e nella manodopera, nel confezionamento dei capi e la scelta della location, il luogo dove viene eseguita la sfilata, quindi quando la si compie, il suo inizio ha luogo molto molto tempo prima e tutti questi passaggi avvenuti danno ottime soddisfazioni armoniche condivise.

La filiera della moda comprende anche la scelta delle stoffe e degli ornamenti, la pubblicità, la sceneggiatura, gli omaggi, gli inviti, le entrate, le uscite, ragazzi qua non si finisce più, pensate quante persone vi lavorano, questo è un vero business, hip hip hip hurrà.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
27 luglio 2011 3 27 /07 /luglio /2011 13:43

Abbiamo sempre avuto i piedi per terra

ma permetteteci anche di sognare,

fantasticare

e volare,

e poi, appoggiando ancora i piedi per terra,

con leggiadra sicurezza dell’anima.

Permetteteci di volare col pensiero,

per poi riprendere con passo sicuro e disinvolto

nel divenir del cammino della vita.

Gli ostacoli non mancano, e anche gli imprevisti,

cose che non conosci ancora,

ma con la tua leggiadra purità

affronterai e imparerai da quale fianco puoi superare il vento

che soffia da vari ostacoli.

 

Scritta il 28 marzo 2007.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
21 luglio 2011 4 21 /07 /luglio /2011 23:11

Se cerchi trovi, anche se è con la luce di un lanternino, basta volerlo e prima o poi fai luce dove di notte la luna non specchia: il lanternino fa luce anche perché lo vuoi tu, tu sei la forza, sei la luce che la vita dona, sei l’amore di te stesso e di chi ti ama e a tua volta doni l’amore.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
7 luglio 2011 4 07 /07 /luglio /2011 23:28
Cari amici, ho realizzato questo video su Gesù dalle foto che ho fatto a un mio disegno alla lavagna: Gesù nella foresta, le cui immagini fotografiche sono visibili al link http://anna-rinaldi.over-blog.it/article-disegno-alla-lavagna-immagine-di-gesu-44088170.html .
Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
10 giugno 2011 5 10 /06 /giugno /2011 23:54

Oasi-sorgenti.jpg

Oasi, fonte d’acqua nel deserto.

Anche lì nasce la vita se l’acqua sorge,

il mio pensiero vola nell’Universo,

l’acqua è vita che Dio ci ha donato

e nessuno la deve privatizzare,

l’acqua non si nega né ai ricchi, né ai poveri,

per la Madre Terra siamo tutti uguali

e tutti abbiamo bisogno di bere l’acqua,

questo ci accomuna:

l’acqua è di tutti,

deve essere limpida

e non inquinata da radioattività.

L’acqua del rubinetto

dev’essere limpida e fresca

in ogni momento in cui la si vuol bere. 

L’acqua: la nostra oasi.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
8 giugno 2011 3 08 /06 /giugno /2011 12:35

Il cielo è molto chiaro,

mi sembra toccare il Sole con mano,

mi sento una stella alpina,

con i monti mi vedo molto vicina,

qualche striscia velata di foschia,

sottostanti casette rosa pesco,

pennellate di Sole che le sfiora,

profumo del Monte Martica che dona,

gli alberi spogli fanno da cornice

e le case più vicino fanno un grosso fiorellino:

sul prato del campetto

si affaccia la chiesetta dai colori variopinti,

verde-giallo,

rosa,

azzurro: come lassù;

che vedo! Un’aureola

lasciata da un aereo

come un saluto

dedicato a noi,

in questa mattina tutta leggiadra

mi sento beata.

 

Scritta il 31 gennaio 1997.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
22 maggio 2011 7 22 /05 /maggio /2011 22:01

Stamane ho vissuto nel vecchio e nuovo Mondo: era mattino presto, mi sono svegliata d’assalto, rimanendo immobile, pensando alle parole che mi erano state dette nel sogno in quel momento, il vecchio e il nuovo Mondo, il giudizio di Dio; queste erano le parole, era Dio che mi parlava e io mi sono svegliata rimanendo immobile, cercando di restare sveglia per non dimenticare quelle importanti e forti parole, ma subito ho ripreso a dormire sognando ancora che ero presente nel primo giudizio di Dio, che ha posato una panchina di ferro battuto tra il Mondo vecchio e il Mondo nuovo, sedendosi nel mezzo; Dio era rivolto verso il nuovo, alla sua destra c’era un discepolo che si è messo a scavare con un piccolo arnese con davanti, per terra, un grande specchio; al lato sinistro di Dio c’era una panchina piccola con due giovani donne che parlavano fra loro e lo specchio, che si trovava sul lato destro, prendeva tutto, visto che aveva un’angolazione perfetta per poter rispecchiare il bene e il male e io che ero rimasta dietro alla panchina dove era seduto Dio e vi era anche una grande vetrata aperta sul fianco, corsi ai ripari e sedendomi vicino a loro rimanemmo un po’ stretti, ma molto più attenti, se c’è l’amore c’è sempre chi aiuta ed è pronta a dare una mano a chi ne ha bisogno dopo mi sono trovata di nuovo sul fianco dietro alla vetrata in quel frattempo pensavo se Dio si girasse di qua cambierebbe la sua destra e la sua sinistra cosi il clima e anche l’uomo girando su se stesso vedrebbe nord e sud sullo stesso piano perché Dio ci ha creati tutti uguali a quel punto Dio si è alzato ed è venuto a fianco della vetrata, mettendosi tra il vecchio e il nuovo mondo dicendomi 200, ma solo lui poteva dire quel numero, io potevo dire massimo più di 100 e in dormiveglia pensavo: per ricordarmi potevo dire 20, 2, 120, 20%, 100%, ma non dovevo dire il numero che ha pronunciato Lui; volevo ricordare e per questo cercavo di restare sveglia, ma il sonno era forte e ancora mi riaddormentavo e sentivo dire queste parole, ogni giorno è il nuovo giorno, questo è il Mondo nuovo; giudizi, paura e ostacoli che andavano oltre l’immaginazione, non era più sullo stesso livello il Mondo vecchio e quello nuovo, ma si era creato un dislivello e con la panca ben ferma era quello l’ostacolo da togliere ed io che venivo dal mondo vecchio accompagnata dai miei familiari che mi stavano vicino a darmi una mano per togliere la panca mi accorsi che c’era un altro ostacolo: si era creato un muro molto ma molto alto ed io con lo slancio dell’amore allungai il braccio per togliere la panca che era anche inchiodata con una sola mano mentre ci mettevo tanta forza e si schiodava il muro si abbassava il vecchio e il nuovo era lo stesso mondo quel giorno era mite dappertutto era lo stesso modo che era stato diviso per le cattiverie e le ingiustizie ma la forza dell’amore ha dato aria di libertà e rispetto per tutto, con la luce del giorno, ogni giorno è il nuovo giorno: ecco il nuovo Mondo; non mi sono persa d’animo, infatti svegliandomi il mio appartamento aveva ancora tutte le tapparelle abbassate, ma come se fossero aperte, tutto era illuminato dalla luce del nuovo giorno, ma c’era un punto nella stanza molto  buio e poi mi sono ancora addormentata e Dio mi parlava ancora dicendo: ogni giorno è il nuovo giorno, dì quello che sai e in quel momento ho visto una carta che veniva mostrata dalla mano di una persona, ma ci mancava un pezzo ad un angolo, come un puzzle incompleto; Dio ha continuato dicendo hai fatto una promessa, accompagnandomi con una mano sulle spalle e lì mi svegliai ancora, vedendo di nuovo l’appartamento immerso nella luce, ma c’era un punto che era così buio che non si riusciva a vedere niente; questo svegliarmi di continuo era dovuto alle parole di Dio che mi facevano meravigliare, ma il sonno era pesante, riaddormentandomi ancora  ho visto che ero in un tunnel, con un binario nel mezzo, io piccolina sulla destra e un uomo bello e alto, somigliante a Gesù, che mi disse e mostrò che al di fuori c’era il nuovo Mondo, e mi chiese “e tu?” io potevo pronunciare la parola tutto, ma ero felice di non averla detta e ho sentito dire 500 dalla voce di Dio e 5 minuti dal voce della gente. Nel punto in cui mi trovavo vedevo l’uscita del tunnel e fuori da esso il giorno con tutto attorno i monti e montagnette senza vegetazione come lo sono i monti più alti ed io restia pensai di non correre subito nel nuovo Mondo se prima non mi fossi assicurata che non ci fosse stato un vuoto tra il vecchio e il nuovo Mondo e proprio al momento che dovevo rispondere al bellissimo uomo mi sono svegliata ed ero felice, così non ho pronunciato la parola tutto.

Il nuovo Mondo è nella luce del nuovo giorno,

è nei nostri figli,

è nell’amore verso tutti

e qui si può pronunciare tutto,

il tutto,

il tutto di un nuovo Mondo in  una sola parola,

semplice come l’acqua che ci disseta:

amore.

Le difficoltà, gli ostacoli da superare, ci sono stati sempre e ora che li conosciamo diamo un Mondo nuovo a tutti.

Svegliandomi finalmente mi alzai, aprii subito la tapparella e le parole che sentivo ancora da tutta quell’atmosfera erano “e fu fatta luce anche nel punto più buio” e difatti è stato così ancora sentivo dire “nel volo di una colomba bianca” e ancora “il primo sarà l’ultimo e l’ultimo sarà il primo”.

Vissuto e scritto sul mio quaderno per appunti mercoledì 18 maggio 2011.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
13 maggio 2011 5 13 /05 /maggio /2011 15:34

Dietro-il-cancello.jpg

Un-cortile-di-antichi-giochi.jpg

E--rimasto-ancora-Pinocchio-.jpg

Concorso che premia dove va la mano.

Partecipare ai concorsi: non sempre vince chi merita, ma mettiamola così, partecipare è già vincere un premio per se stessi e fa crescere la voglia nel proprio hobby e nella professione, mirando sempre al meglio nelle proprie prospettive.

Le foto sopra postate avrebbero potuto vincere il Primo Premio per “Cose nascoste che mostrate al tuo sguardo e al tuo cuore, si chiama amore” ed io, queste foto scattate da Gianluigi Gelmini, aventi per titolo “Dietro il cancello”, “Un cortile di antichi giochi”, “E’ rimasto ancora Pinocchio!” le premio con la mia poesia “L’albero che parla”, visibile al link http://anna-rinaldi.over-blog.it/article-l-albero-che-parla-41293484.html .

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento
1 maggio 2011 7 01 /05 /maggio /2011 23:13

Papa-Giovanni-Paolo-Karol-Wojtyla.jpg

Papa, Papa, il Papa di tutti: dietro alla mia destra sento la presenza di Gesù vestito di bianco, appoggia la sua mano sulla mia spalla e appena mi sono messa a scrivere la parola Papa, ho sentito la sua presenza dietro di me alla mia sinistra, vestito con la mantella rossa a maniche lunghe, portando la sua mano sulla spalla e poi verso il collo quasi abbracciandomi e scuotendomi come di solito fa  lui per dire sii felice.

Ho seguito la veglia da casa davanti al televisore, ho pianto, ho sorriso e sono stata felice per la Beatificazione del Papa, un Papa straordinario dal primo momento di pontificato, quando sulla balconata del Vaticano disse “se sbaglio mi corriggerete” e li è entrato con un forte sorriso in tutti i cuori: W Papa Giovanni Paolo II Karol Wojtyla, proclamato Beato oggi 1° maggio 2011 e che sarà annualmente festeggiato il 22 ottobre, data della sua nomina a Pontefice Maximum.

Un caloroso saluto anche all’attuale Papa Benedetto XVI Joseph Alois Ratzinger, successore di Giovanni Paolo II, che ha Celebrato la Beatificazione.

Repost 0
Published by Anna Rinaldi
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Anna Rinaldi
  • Blog di Anna Rinaldi
  • : Poesie, scritti autobiografici, consigli vari, monologhi, prosa, saggi, canzoni e riflessioni; il suo mondo ottimista porta alla luce ricordi lontani, sogni e speranze, con lo sguardo proiettato sull'intero Universo che la circonda.
  • Contatti

Cerca Nel Sito